Io, sposa e bambina

Io sposa chiusa in gabbia

cogli occhi nella nebbia

avevo dentro una bambina

nata da un futuro non deciso

a replicare vecchie storie

vestite da esigenze nuove

 

Una folata ha smosso il gancio!

Come due spicchi di un’arancia

ci siamo trovate fuori dall’insieme

senza provare freddo e neanche fame

al centro di una nitida visione

 rinnovate da succose ragioni

 

Ogni tanto quella gabbia la guardiamo

nei colori e nei decori fatti a mano

bella quanto un tendone da circo

stretta lo spazio d’una barca

e torniamo abbracciate ad ammirare

cosa ci offre il resto della terra e il mare…

 

liberamente

Danidannusa