signora del mio giardino

Un vortice nell'ombelico

Trattengo nel mio ventre

questi giorni e la stagione

che sembra scivolare fuori

                                               dall’ombelico

Come a fuggire da ricordi

di armonia e compattezza

 

Vorrei in senso inverso

risucchiarli in un vortice

Ristabilizzare gli equilibri

e alzare ancora le braccia

verso il nuovo cielo

Senza paura di soffrire

diapasonando

Danidannusa