SICILIAN BEAUTY

Mare di maggio

 

Un movimento d’acque

il passar del tempo.

Un ammasso di rocce

genealogici alberi

ci cullano in incavi

d’irti sogni lunari

 

Nello scottante mezzogiorno

l’amniotica nostalgia

timorosa mi spinge

nell’azzurra pancia

Cielo d’uno smeraldo

abbraccio cura d’ogni

pensiero in avaria

 

Benedetta più d’una

Avemaria riaffioro

da un bagno di pace

Silenzioso desiderio

in cerca di sintonia

 

Danidannusa