IRONICAMENTE VENERE..

Venere Moderna

 





DA UNA SCIA DI LATTE E FRAGOLE
DALL'IPOCRISIA DELLE FAVOLE
DALLA CIVETTA CHE HA FATTO NIDO
NEL TUO STOMACO CUPIDO
FRA LA PAGLIA E LE CAROTE
FRA LENZUOLA POCO VUOTE
FRA CAVALLI E FRA CONIGLI
FRA LA VOGLIA DI FAR FIGLI
DALLA VOGLIA DI PARLARE
DI LASCIARTI IN MEZZO A UN MARE
DI SILENZI E CELLULITE
SMAGLIATURE CALZE E VITE
NASCI VENERE MODERNA
PER GIOCARE UNA QUATERNA
O UN MALORE DA EVITARE
O PER FOTTERE O COMANDARE

DANIDANNUSA



 



light my fire ...

quasi una preghiera l'invito di un amante al sesso nelle indimenticabili note dei DOORS

Loto

 

Dimenticare

A volte è prezioso

A volte è oscuro

 

Infangarsi di presente

In cerca di bellezza

 

Lo stupore d’un fiore

Riduce in cenere

Ciò che dà valore e ti sfugge …

 

Cibarsi di dolcezza

Rimanere a galla

E lasciarsi ammirare …

 

Difficili da cogliere

I tuoi pensieri evaporano …

 

Rimane il tuo essere quasi divina

Nonostante il fango

 

Danidannusa

(questa poesia è stata inserita nell'antologia Il Tiburtino 2019 con Menzione di Merito)