Ricostruire

 

Forse dovrei farmi un nido

là in alto sullo scheletro

dell’albero che ancora

al cielo dedica i ricami

suoi fitti e ormai persi

                                               di colore

Potessi ricolmar la vita

come quel volatile scaltro

nell’irraggiungibile e sicuro

esile sostegno di venature

 

Nonostante crepe offese

                                               e mutamenti

senza mai disfarsi

                                               Il cuore

                                               Ricostruire!

 

Danidannusa

Il nostro avvenire affidato alla scienza spesso ha mietuto vittime sconsideratamente

IL NOSTRO FUTURO CREATO SEMPRE PIU' DA SPAZI ABBANDONATI

DECADENTISMO FUTURISTA

Grandi spazi vuoti

non produttivi

monti sfiancati

natura tranciata

all'abbandono

dopo aver tanto scavato

 

cumuli di plastica

nuvole di cartacce

intimità buttate

ai bordi delle strade

o dove capita o si vuole

all'abbandono

dopo aver tanto amato

fra erba e pascoli

scivoli di ferro

scheletri di metallo

grattacieli di ruggine

all'abbandono

dopo aver tanto sfamato

 

imponenti edifici

scarabocchiati

e maltrattati

fra vetri rotti

e natura incolta

all'abbandono

dopo aver tanto accolto

Settori trascurati del pianeta

il nostro decadentismo futurista

giganti di ferro abbandonati

complici della razzia umana

soli

lasciati a confortare terra spogliata e abbandonata..

pietra era vita e lavoro

ora dimensione di vuoto

pericoli dimenticati

improvvisi riaffiorano

brividi ai polmoni..

ai bordi mimosa lussureggiante avanza

piante selvatiche e rami secchi

aggrovigliati vogliono riprendere terreno

non danno spazio al passo distruttore!

 

esplorando...

Danidannusa