da donna sola difendo la mia casa!

Questo è il mio posto

Qui ogni muro invoca poesia

è tempio del mio corpo

e guarda coi miei occhi

la polvere depositarsi

il ragno nascondersi

i gatti stanare le prede

 

La candela disegna il cuore di luce

Collane traboccano

Il mondo veglia sulla catena alimentare

e la voglia d’andare al mare

Qui ogni cosa esiste

incerta e pregiudicata dal tempo

perché da me è stata amata

persino l’antica inferriata

il legno delle imposte

e della porta travestita

di trasparenze e riservatezza

 

Qui le mie braccia

hanno scalato e lucidato

combattuto contro la follia

del dolore e della solitudine

i rovi e le spine con cui

mi avete crocifissa proprio voi

che ora asserite che questo spazio

non sia il mio posto

io non dormo riposo...

Danidannusa

evergreen!

lo spirito degli eroi ci sostiene nel difendere la purezza

CANDIDAMENTE...

siamo il concerto d'amore con cui la natura ci ha creato
… e ce lo vogliamo proprio godere!

anche come una chansonnier