Un viaggio nelle tormentate esistenze del passato già precursori del presente

A Lady Ada Lovalace and father Lord Byron

A Lady Ada Lovelace and father Lord Byron

 

Nel desiderio d’una tua carezza

Sognavo il centro dell’armonia

Ti raggiungevo in quell’abisso

Tra bene e male, poesia e follia

E mi trovavo a leggere il creato

Ogni sua logica e il necessario calcolo

Perché sia perfetto incastro il tutto

E l’abbraccio tuo ad ogni mio attimo

 

Entrambi colpiti dai tormenti

Dei dolori nei terreni respiri

Entrambi colpevoli d’innalzarci

Sempre più a un tempo divino

Una sola cosa vita ci ha donato

Restar accanto nel ricordo infinito



 

 

 To Lady A.Lovelace and her father Lord G.Byron

 

Longing for your caress

I wished the middle of harmony

I joined you in that abyss

Between well and pain, madness and poetry

And I found myself reading the creation

Every logic and calculating way

To be a perfect puzzle in all

Your embrace to my moments

 

Torture of pains struck us

In our earthling breath

So guilty to rise divine

Time more and more

Just one thing given us life

In the infinity memory to be left near

 

noi speriamo di poterci lasciar trasportare presto dal vero viaggiare

COME IL MONDO...

introdotta da QUEL CHE RESTA una mia composizione musichevole a voi dedicata..

Viaggiatrice famelica

 

Risucchiato dal buio della notte

Galleggia il treno.

Io, viaggiatrice famelica,

ingabbiata da vetri

luci e presepi,

domata dalla nenia delle rotaie

chiudo gli occhi.

Si assopisce la memoria

Rincorrendo i progetti del ritorno,

si consola la stanchezza

pregustando il sapore del suo letto.

Se il lento dondolare

coltiva le incertezze

La velocità leggera

m’infonde nuova forza.

Lo stridore acuto di ferraglia

della lunga frenata finale

mi riveste pronta alla guerriglia

nella nuova sfida da affrontare!

 

buona vita

Danidannusa