quanta vita è passata sui binari abbandonati

Non si schioda

 

Strade ferrate

Su grossolani sassi

Direttive e percorsi

Abbandonati in un forse

La modifica di un modo

che non sarà più maniera

ma resta parallela

 

Non si schioda

 

Indelebile tatoo

su terre e chilometri

disegna la memoria

di sbandati, vacanzieri,

trasferiti, soldati,

marinai, ammalati

traboccanti di speranze

accatastate ora ai lati

e neanche tanto consumate

dalla perenne impazienza di

                                                arrivare

mentre tutto il resto è fermo

al passaggio a livello

 

 

noi speriamo di poterci lasciar trasportare presto dal vero viaggiare

COME IL MONDO...

introdotta da QUEL CHE RESTA una mia composizione musichevole a voi dedicata..

Viaggiatrice famelica

 

Risucchiato dal buio della notte

Galleggia il treno.

Io, viaggiatrice famelica,

ingabbiata da vetri

luci e presepi,

domata dalla nenia delle rotaie

chiudo gli occhi.

Si assopisce la memoria

Rincorrendo i progetti del ritorno,

si consola la stanchezza

pregustando il sapore del suo letto.

Se il lento dondolare

coltiva le incertezze

La velocità leggera

m’infonde nuova forza.

Lo stridore acuto di ferraglia

della lunga frenata finale

mi riveste pronta alla guerriglia

nella nuova sfida da affrontare!

 

buona vita

Danidannusa