Non ho tele per disegnare
Mi spingono i colori
E dipingo con le parole

no canvas I've to draw
push me the colors
and I make it with words

Le mie prigioni

Nacqui nell’anno in cui

Chiusero le terribili prigioni

Finirono i giorni bui di Alcatraz

E dopo un po’ per mia madre i dolori

 

Con la vita cominciai a fare a pugni

A sudarmi una libera uscita

Il deserto mi ha forgiato una Sfinge

Impassibile con calze di seta

 

Sfiorano del tempo i tentacoli

L’imperitura e increduli

viandanti il freno rodono

E d’invidia a contemplarmi

Quante volte han sbattuto l’onda

I vogatori e le imbarcazioni

Polena o a vela gonfia

Mar non m’imprigiona

 

M’abbracciano amorfi amanti

In soia da Morfeo lasciano

per la pecunia penitenza e io

allo scappavia elemosinando

 

Ustolare vorrei sentirvi

A ogni mio verso e apparizione

Di bellezza insaziabili

Adorar le mie nuove prigioni

sulla parola

Danidannusa

l'odore del fulmine

la poesia è un fulmine che in poche parole deve farti sentire l'odore di un momento

La poesia è un trailer
Ne abbiamo già visto
Il film vivendo

Poetry is a trailer
Living we’ve already
Seen the film

Il mio viaggio insieme a voi non finirà mai....

l'oratore

quando si usano le parole determinante è il ruolo dell'oratore che ne sa esaltare il contenuto emotivo...

il trailer!

invitante evasione
in mezzo alla gente
il poster delle vacanze

in the middle of people
inviting getaway
the poster of holiday

controversa contraddizione
nella vita sottosopra
doppio senso e sestosenso

ALTEREGO

la folla mi distrae
ma la poesia torna sempre
da me non son così distante

distracts me the crowd
but poetry always comes back
far from me I'm not that

non è per sempre!

URGE MECENATE!

sostieni le nostre emozioni con un libero contributo su cc postale IBAN IT89E3608105138228925128931 intestato a Domenica Magnano