svuotato il vaso di Pandora vorremmo vestirci di Primavera

Dal vaso di Pandora

 

Un vaso di Pandora

aprirsi sembra quando

l’umanità è serena

e ha libere le mani

 

Ancora trema la terra

come orchidea derisa

per aver amato il sole

e quelle mani incatena

 

Le aggrappa a una speranza

Frenesia d’ombrosa illusione

 

Concedesse il cielo

un libello a liberarci

dalla schiavitù del tempo

dissolvendo segni e offese

 

Strali di quell’inesauribile

faretra fateci consapevoli

nel respirare l’armonia

dell’infinito esistere

 

Celeste fiducioso abbraccio

cui affidare gli occhi

l’anima e la capacità

nell’impervio cammino

 

 

 

armoniosamente

Danidannusa

l'amore è sempre necessario

quando le mascherine divertivano...