Il lato mostruoso di Dio

Siete in troppi…di già!

Cosa m’invento stavolta?

 

Era facile coi primi popoli

Smania di conquista

e si partiva per la pugna!

I Romani ce l’avevano nel sangue

l’arte di far morire per gioco

Mi riempivano d’acqua le valli

per godersi una naumachia

e i lottatori…contenti di farsi trucidare!

 

Erano altri tempi

Ora non s’odono che aneliti di pace

 

Ogni tanto do una spinta

Un vulcano   Un uragano

Lo tsunami    Il terremoto

 

Ogni tanto convinco un ardito

allo sterminio di massa

Un motivo si trova fra religione

Circoncisione   Il colore della pelle

La penuria di sapone

 

Ultimamente però stanno troppo

a pensare   a organizzarsi

a difendere la natura

e neanche la crudeltà sugli animali

e vogliono l’uguaglianza sociale

Uffa! Uffa!  Uffa!

 

Ho riprovato col virus

ma una volta erano deliziosi

ingenui e spavaldi

Ora tutti chiusi in casa

a fare quello che gli pare!

 

E non si stancano di vivere

È finita l’epoca dei romantici!

Pochi e niente si convincono

sarebbe meglio suicidarsi

 

Ma che si aspettano?

Che mi ammazzi io?

mostruosamente

Danidannusa

da mostro a strega il passo è breve...basta una magia!

anche i poeti sappiamo essere burloni!