Quest'anno ho italianizzato Halloween ispirandomi alla mitologia di cui è intrisa la mia Sicilia

Proserpina

Proserpina

 

Gocce di sangue

Preziosi rubini

Bevvi dal tuo calice

Melograno.

A te torno e piango

Plutone, senza litigi

Ormai regina d’infero

Sottosuolo

 

Ricca di buio e d’anime

Siedo col mio re

Risoluto e prepotente,

L’assoluto

 a voi invisibile.

Siamo tenebre

Il suo cane fedele

E io la sua amata

 

Ma tornerò spiga

In mezzo ai fiori

Al leggero ridere di ninfa

E sarò amica

Di tanto sole

Fin che il sole non si stanca

 

Poi di nuovo freddo

Di mia madre il petto

Sarà al richiamo di granata

E nuovamente attendo

Fra nostalgia di morti

Luce di primavera farsi estate

 

 

 

Proserpina

Proserpina

Drops of blood

Precious rubies

I drank from your chalice

Pomegranate

To you  I return and cry

Pluto, without fight,

now Queen of infernal

underground.

 

Full of darkness and souls

I sit with my

Resolute and arrogant King.

The Absolute

Not visible to you.

We are obscures

His biliever dog

Me, his sweetheart.

 

But ear I will be again

Among the flowers

The nymphs light loughing

And I will be friend

Of such sun

Till the sun will not tire.

 

Then my mother’s breast

Will be cold again

At recall of pomegranate

So I wait again and again

Through nostalgics dead

For shining spring becoming summer

Happy Halloween

Danidannusa

e diventata anche un canto

Dolcetto o scherzetto?