nelle feste ognuno pensa ai propri cari non più fra noi...non sempre siamo liberi di ballare nella vita eppure l'anima danza...

La danza più bella

Qualcosa mi danza

nella mente,  storie o leggende

avvinghiate al presente

messo al bando dal ballo

perché statico e stanco

Ugualmente danzano fantasmi

e miti: Nefertiti e Leonardo

Giulio Cesare e la Contessa

Di Castiglione persino

Cleopatra con Napoleone

e in un angolo buio

un valzer nervoso...

mio padre e mia madre

impensieriti dai ladri

dell’innata anima bella.

Troppo ne patì mia sorella

Ora a dispetto della sorte

anche lei danza di più!

Strattona la sgualdrina

nella mia ugola agitata

dalla sua lapdance

(intenta una rapina

alla mia sensualità

Ma non ce la farà!)

Siamo una danza tribale

in un concerto di fate

Cavalchiamo la brillante

Scia - clavicembalo negli

Evi più amati e vibranti -

Respiro ai solitari battiti

dei nostri impavidi cuori

di fantastiche memorie

Danidannusa

Nel ricordo...

pochi versi per ricordare mia madre...una donna sempre forte nelle avversità

l'appeso è il presepe

but you'll never make a saint of me!

TUTTO E' DECISO

TUTTO E' DECISO

C'E' CHI TI ARMA DI PAZIENZA

IMPLODE LA RABBIA

SPRUZZI DI VOLGARITA' SFUGGONO

DI TANTO IN TANTO

UN MARE D'IRRIVERENZA

VORREBBE INONDARE

QUESTO TUTTO DECISO

CATASTROFI D'INCERTEZZA TI FRENANO

IL PANICO FRENA SEMPRE TEMPESTIVAMENTE

URLA DI ALTRE ANIME

SCARICANO L'ADRENALINA

IMMOBILE CENTRO

DI CHITARRE ELETTRICHE

CHE TI RICONOSCONO

TI SCIMMIOTTANO

E TI LASCI SUONARE...

DIAPASONANDO

Danidannusa

riusciremo comunque a dare il suono che vogliamo alla nostra esistenza!