Femminicidio

 

 

Seminava fiduciosa una donna

sacri germogli di bellezza e di rispetto

anelando ad un amore,

l’incuria li lasciò bruciare

non contenendo la passione in fiamme

né della carestia il flagello.

 

Estatica nell’uomo sfociò

l'incontenibile voglia di potere:

E tu, donna, che mi sai dare?

Fare figli è la tua sola virtù

altro non vedo...

                         una vampira!

Il sangue mi ribolli

e non mi sai servire.

 

Amo un cadavere

ucciso da me stesso

a poco a poco

                        oltre la pelle

 

Amo i tuoi occhi

cavati dai miei schiaffi

goccia a goccia

                        nelle lacrime

 

E se squarcio la tua carne

mi viene pure facile,

ho completato l’opera

messo a tacere l’anima!

 

Ti restituisco alla terra

e non sei più mia costola.

 

Danidannusa

Il mostro

 

 

DOVE MI PORTERA' LO SCONOSCIUTO

MANDATO DA UN RICHIAMO MISTERIOSO

COME UNA BIMBA CHE NON HA CREDUTO

LO SEGUO COL CUORE CORAGGIOSO

E IL VOLO SEMPRE APERTO

AD ACCOGLIERE ALI DA DISOCCUPATO

NON MANCA NIENTE NEL CONCERTO

ANCHE IL BIMBO PIU' MALEDUCATO

L'UOMO CHE VUOL ESSERE PIU' ESPERTO

QUELLO CHE VUOLE ESSERE IL PIU' DOTATO

IL LAVORATORE CHE HA BISOGNO DELLA PUTTANA

IL PRINCIPE CHE VUOLE ENTRARE NELLA TANA

TUTTI OSSESSIONATI DA UN MOSTRO

CHE CI ASSILLA E CI OSSESSIONA

QUASI TENTATI A DIVENIRE CAGLIOSTRO

FARE UNA MAGIA CHE CE LA MANDI BUONA

CI AIUTI TUTTI A MANTENERE I NOSTRI IMPEGNI

PER FARE ANCORA DEI DISEGNI

IN QUESTO FUTURO APERTO AL CREDITO

SCONFIGGERE IL MOSTRO CHIAMATO DEBITO!



DANIDANNUSA