Il mostro

DOVE MI PORTERA' LO SCONOSCIUTO
MANDATO DA UN RICHIAMO MISTERIOSO
COME UNA BIMBA CHE NON HA CREDUTO
LO SEGUO COL CUORE CORAGGIOSO
E IL VOLO SEMPRE APERTO
AD ACCOGLIERE ALI DA DISOCCUPATO
NON MANCA NIENTE NEL CONCERTO
ANCHE IL BIMBO PIU' MALEDUCATO
L'UOMO CHE VUOL ESSERE PIU' ESPERTO
QUELLO CHE VUOLE ESSERE IL PIU' DOTATO
IL LAVORATORE CHE HA BISOGNO DELLA PUTTANA
IL PRINCIPE CHE VUOLE ENTRARE NELLA TANA
TUTTI OSSESSIONATI DA UN MOSTRO
CHE CI ASSILLA E CI OSSESSIONA
QUASI TENTATI A DIVENIRE CAGLIOSTRO
FARE UNA MAGIA CHE CE LA MANDI BUONA
CI AIUTI TUTTI A MANTENERE I NOSTRI IMPEGNI
PER FARE ANCORA DEI DISEGNI
IN QUESTO FUTURO APERTO AL CREDITO
SCONFIGGERE IL MOSTRO CHIAMATO DEBITO!

DANIDANNUSA

Spagna

Accoglimi terra d'imbrogli

liberami dai cani sciolti

che fiutano il mio percorso

mentre corro a più non posso

 

accoglimi terra assassina

anche se ho fatto una rapina

anche se ho ucciso tanta gente

di cui non mi fregava niente

 

accoglimi terra di ladri

mimetizzami tra i tuoi quadri

fammi sparire come i bambini

di cui non sanno i lontani e i vicini

 

accoglimi terra di sangue

non farmi finire in mutande

davanti al toro che mi sfida

fammi vincere la mia corrida

 

accoglimi terra di lacrime

non confondermi con le mie vittime

allontana la disperaione

sogno ancora la liberazione!

 

Danidannusa

(questa poesia fa parte della raccolta MALAVITA)