Minaccia vagante

Camminando per terreni incolti

scheletri di sterpi

gradini di roccia e

strattonati muri a secco

memorie di terracotta

scheggiata dal tempo

tane sicure sono volte

di spine agli ignoti esseri

in pericolo per essere liberi.

 

Noi ci pensiamo al sicuro

prigionieri di un’auto e

ci sentiamo sporchi

affidandoci alla terra ma

già ripulisce gli animi

il suono di un ruscello

fra erba e capelvenere

anche lui nascosto

scorre tranquillo

nell’avvallo del suo letto

 

Distratti a tratti da

anonimi cinguettii fra

i rami selvaggi siamo

sagome di una vagante

minaccia sotto il tepore

di raggi mandati dal sole

a indagare l’innocuità

della nostra presenza

selvaggiamente

Danidannusa

Lo stupendo mare di Augusta

Siracusana...

Come una greca sulle rovine dei sicani...considero il mio vivere

Danidannusa for Ortigia

Nonostante siano passati anni da quando vivo a Siracusa riesce sempre ad affascinarmi ...

CASTELLO MANIACE

Anche se in fase di ristrutturazione ti fa respirare il passato di un'affascinante parte di Siracusa...

Villa Reimann

Fuori Ortigia vicina alla Neapolis un cuore verde di Siracusa