Così vicini agli Dei….

mi vesto da Kastalia

Il mistero del mare e Ortigia

Una prigione di muscoli bellicosi

le onde mi circondano, s’infrangono.

Isola, io, sbattuta fra lacrime e morosi

oggi sono Kastalia disperata, fuggono

da Apollo le mie disilluse emozioni.

 

Il mio volere è una lenta eutanasia

 

Perché sei sempre così bello Apollo

eppure tanto figlio di puttana?

Come fidarmi dell’amore a primo impatto

sapendo che sei figlio di Latona?

 

Devo esplorare prima i tuoi meandri,

la casbah dei tuoi vicoli ammucchiati

ove lavori, traffichi, rimugini, commerci;

continui a circuirmi tra balconi fioriti

e stemmi nobiliari affidati ad animali,

all’ostinata pietra che sa durare

nel suo chiarore colorato dal sole

e nel barocco che sfida ogni erosione.

 

Un’eleganza così mitica e gioviale

il mio sereno percorso sul mare

quando invece mi vuol solo accarezzare

facendomi sognare fra le imbarcazioni,

mi trattiene col suo tramonto spettacolare

e non mi lascia stare fino a notte fonda:

 

 

“Sei splendida come il candore

della luna sulle mie calme onde”

Ed io mi perderei su quel tappeto luccicante,

vorrei poterci camminare senza tema,

attraversare quel barlume fino all’orizzonte

e capire il suo mistero che mi chiama...

divinamente

Danidannusa

Siracusana...

Come una greca sulle rovine dei sicani...considero il mio vivere

Danidannusa for Ortigia

Nonostante siano passati anni da quando vivo a Siracusa riesce sempre ad affascinarmi ...

CASTELLO MANIACE

Anche se in fase di ristrutturazione ti fa respirare il passato di un'affascinante parte di Siracusa...

Villa Reimann

Fuori Ortigia vicina alla Neapolis un cuore verde di Siracusa