il mio rapporto col mare,
quasi un Histoire d'O

Io e il mare

 

Il mio essere donna

È un antro di mare

Agita entrandomi

Il salmastro sapore

Me lo fa delibare

 

Frustata dal vento

Selvaggia ritorno

E consapevole perdo

Ogni umano dominio

L’etica della bellezza

Perdo pesantezza

Nel corpo fra le onde

Nei pensieri al sole

Nel suo ribattere

E lento spumeggiare

Perdo ogni rumore

 

Solo prepotente risale

Il dovere d’essere felice

 

 

 

 

Me and the sea

 

Be a woman for me

Is to be a sea cave

Entering my salt taste

He shakes and

Relish it makes me

 

Lashed from the wind

Savage I return

And I know I lose

Every human control

The ethics of beauty

I lose my weight

Of body trough the waves

Of thoughts under the sun

In its slow sparkle

And return every

Rumor I lose

 

Just pressing ascends

Duty to be glad

Danidannusa