ogni amore ha una propria dimensione spazio tempo

nei giardini di Babilonia

Varcai del tuo pensiero

la porta di Ishtar

tappezzata di cielo

mi liberava la forza

mi tenevano al sicuro

le tue rassicurazioni

ferme e dure come statue

di aggressivi leoni.

I nostri verdi alberi

stavano più in alto di tutti

l'Eufrate e il Tigri

ci lasciavano raccogliere i frutti

mi promettesti deciso

perchè ne eri certo

ogni giorno una rosa

anche nel deserto!

 

ma non è detto che sia andata così

nei giardini di Babilonia

ci andava bene fino al lunedì

poi anche lì ci prendeva a noia

forse non era proprio il Paradiso...

 

che questa nostra macchina del tempo

ci trasporti per un altro lampo

perchè l'amore non finisca ucciso!

Buena suerte

Danidannusa

anche dalla mia viva voce...

che anche l'amore non sia solo un sogno...