Nel nome veniamo marchiati per la vita...il mio è un giorno di festa!

Nel nome

Giunsi al giorno che rinnegai

                                               Il mio nome

Fra percorsi e solchi mai arati

                                               Il domani

Perché lì, perché così, perché

                                               Domenica

Niente mi somigliava, neanche

                                               Le mie mani

Potrei essere un giorno di festa?

                                               Chiedono

I bambini e il tempo racconta

                                               Risposte

Travagliate a lungo termine

                                               L’intuito

Apre le porte, sollecita e scava

                                               Consapevole

Sempre più, ogni giorno si fa strada

                                               M’incarna

Il nome, nonostante abbia ceduto

                                               Fasto

Non detesto ciò che è stato

                                               E resto

Del mio dì signora con relativa

                                               Storia.

 

lo spirito di sopravvivenza ci induce sempre ad amarci e a pretendere il meglio!

Sogni fioriti

Nel mio sogno avito

Giocano e crescono

Da me mai partoriti

Fiori in un deserto

 

Inseguono il miraggio di

Farsi oasi e poi castello

 

Sono fiori delicati

Ma coraggiosi

Rinvigoriti

Da ogni asperità

 

Radicano in pianura

S’arrampicano dai vasi

 

Come dall’aldilà

Regalano un futuro

Senza sapere cosa

Né sono generosi

 

Sanno solo che devo svegliarmi

E allora bussano agli occhi!

Domenica Magnano Daniela alias

Danidannusa

abbiamo sempre bisogno di qualcosa che ci avvisi...

sarò sempre un suono costante...

OSCILLANTE

il più bel suono è il concerto d'amore con cui la natura ci ha creato e non dobbiamo mai rinunciarvi!

proseguo a corde tese!