Il pane del sol leone

 

Abbiamo scordato

d’esser figli del sole

e di un caldo ruggito.

Ardente la criniera ci spoglia

e ci sfama con l’oro

sottile spigato dalla terra.

Ondeggia biondo mare

il vento ti rincorre

si rincorrono i secchi

del bindolo nel mulino

e i vecchi metodi stanchi

Raggiunti dai nuovi profani

da chi toglie di bocca

quel pane mai mancato

sulla tavola degli italiani

 

E’ vero ci vorrebbe stordire

il sole vedendoci infami

distorcere il buon mangiare

e uccidere senza freni

Sapesse le menti denudare

di certe false inibizioni

capaci solo a far sparire

i veri frutti del grano

                                       i veri leoni

 

 

solare e senza inibizioni

Danidannusa

...e al cuore di tutto...

TUTTO SI RINNOVA!

AL CUORE

AMORE DEL MIO CUORE

BATTI PER NUTRIRE

BATTI PER SFAMARE

E PER MANI NEL DIVENIRE

STRETTA PER ACCORDARE

AMORE DEL MIO CUORE

BATTI PER ALLATTARE

BATTI COL CANDORE

DI CHI VUOL FAR AMARE

AMORE DEL MIO CUORE

SPARPAGLIATO IN OGNI BATTITO

COME FOGLIE AL VENTO

COME VENTO RIUNISCI IL BATTITO

CUORE DI OGNI SITUAZIONE

DIFESA DI OGNI FOGLIA

CADUTA NON PER CASO

NON PER SEGNO

DEL DESTINO...PER DISEGNO

al cuore di tutti

Danidannusa

siamo gente in corso di lavorazione....