Le effemeridi dell'efferatezza

 

Una corda sforzata

la mia sensibilità

nell'avanzata d'immagini

effemeridi dell'efferatezza

su donne, bambini,

bestie e uomini indifesi!

 

la mia anima è straziata!

non vuol riconoscersi

nel mostro che pasce certe menti

e alimenta solo insensibili

mani violente!

 

fuggono gli occhi!

cercano ristoro in quell'attimo

naturale  intatto

colto nel ritratto...

ma subito arrivano

rintocchi di crudeltà

a bruciare l'incanto vita

della nostra esistenza!

 

questioni di sopravvivenza

mi rendono inadeguata

alla preghiera e al perdono.

 

Danidannusa