Slegati

Era un nastro rovente

la nostra unione

Ci ha stretti e legati

fino a diventare pressante!

 

Nella via larga

d’un sogno plastico

andavamo

Gemelli siamesi senza

controllo delle fondamenta

E quei figli desiderati

chiusi dentro un sacchetto

prima d’essere nati…

Non ci hanno mai conosciuti

 

Forse ci univa il mare

non la canna da pesca

e sulla terra ferma

ci hanno fatto pagare

ogni suolo per non

godere di un pubblico

 

Solitari amanti

abbandonati dagli amici

lungo strade dissestate

e affamate di pece

ci siamo slegàti…

liberamente

Danidannusa

se ancora succedono cose che non desideriamo accadano ci sarà un motivo...la soluzione a volte arriva dal desiderio collettivo di capire allora succede la prevenzione!